La Lupa Molo 27 News
lalupalogo

Newsletter LA LUPA

è gratuita. Breve. Per lo più colorata. Inviata ad intervalli regolari.

Qualche volta è anche divertente.

Nel corso degli anni sono più le persone che si sono registrate per ricevere la nostra newsletter di quelle che si sono cancellate.

News

lalupalogo

facebook
instagram
twitter
youtube
whatsapp
messenger
phone

Conversazione con Keller editore - Incursioni al Bookpride ‘22

26-05-2022 17:04

La Lupa

PODCAST, BLOG,

Conversazione con Keller editore - Incursioni al Bookpride ‘22

Giada Ribaudo, responsabile revisione testi, ci racconta il suo lavoro in redazione e la linea editoriale di Keller, nata nel 2005 a Rovereto.L’editore Robe...

Giada Ribaudo, responsabile revisione testi, ci racconta il suo lavoro in redazione e la linea editoriale di Keller, nata nel 2005 a Rovereto.

 

L’editore Roberto Keller ha scelto di occuparsi della letteratura dell’Europa dell’est. 

I temi, sia in narrativa che nei reportage, gravitano attorno al discorso sull’identità, sulla migrazione, sul conflitto scaturito dal sentimento di appartenenza a un popolo e alle proprie radici.

 

Tra i primi autori in catalogo ricordiamo Erta Muller, Clemens Meyer, Sorj Chalandon.

 

Vogliamo segnalarvi tre titoli di questa bellissima casa editrice: 

Ian Williams, Riproduzione, tradotto da Elvira Grassi: un romanzo che riflette sui legami di sangue, sull'evoluzione del concetto di famiglia, sul confronto tra culture diverse e sul delicato equilibrio tra la vita e la morte. 

 

Clemens Meyers, Caverne, tradotto da Roberta Gado e Riccardo Cravero, del quale vi consigliamo di leggere la recensione di Alberto Paolo Palumbo sulla rivista Flanerì

 

Sophie van Llewyn, Bottigliette, tradotto da Elvira Grassi: romanzo ambientato nella Romania di Nicolae Ceaușescu in cui la magia diventa un modo per salvarsi dall’oppressione del regime.

A Giada come lettrice abbiamo chiesto anche un consiglio di lettura scoprendo così Venedikt Erofeev e il suo “Mosca-Petuškì. Poema ferroviario” con la traduzione di Paolo Nori, Quodlibet editore

Il narratore racconta la storia in uno stato di estasi superalcolica tra la stazione di Mosca e quella di Petuškì; il libro è stato “uno dei libri più letti nella Russia dell’ultima era sovietica; circolava clandestinamente di lettore in lettore dal 1973, e fu pubblicato quello stesso anno in Israele in russo”.

 

Buon ascolto e, soprattutto, buona lettura!

 

Thanks to Cosito.it e Carmine Fotografie

Questo sito è stato creato da Cosito.it. Perché non provi anche tu? È Gratis!

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder